Fa.Ce., l’Associazione Famiglie Cerebrolesi da dieci anni in prima linea a Parma

In: #unicaperchè

Del: 5 aprile 2016

Considerare e affrontare le disabilità non tanto in termini di patologia, quanto piuttosto di “parola” e di ciò che la lega al contesto familiare e sociale: è questo l’approccio innovativo che Fa.Ce., l’Associazione Famiglie Cerebrolesi di Parma, ha scelto di adottare.

#Unicaperchè questa settimana desidera dare spazio alle attività e all’impegno quotidiano di Fa.Ce., iniziato ufficialmente dieci anni fa ma dalle radici di ancor più lunga data. Già una ventina di anni orsono, ben prima della fondazione dell’Onlus parmigiana, esistevano infatti associazioni Fa.Ce. a Reggio Emilia e a Bologna, e fu ispirandosi a esse – e sulla base di gruppi di auto mutuo aiuto già ben avviati nell’allora Progetto “A Casa Sostegno” promosso dal comune di Parma – che i genitori di bambini disabili sentirono l’esigenza di portare anche nella loro città questa esperienza.

L’associazione, di cui fanno parte numerose famiglie con figli disabili, ha rappresentato una piccola grande rivoluzione per Parma dal momento che è riuscita a rispondere alla necessità di avere un punto di riferimento unico per tutte le loro esigenze. Si è così creato un network estremamente dinamico, attivo e concreto di famiglie accomunate dalla necessità di costruire insieme progetti per la crescita e l’integrazione dei loro figli.

Logo dell'Associazione Famiglie Cerebrolesi di Parma

Da circa un anno Fa.Ce. ha collocato la sua nuova sede situata ad Alberi di Vigatto, resa disponibile grazie a una famiglia di Parma che, prima di concederla in locazione, l’ha ristrutturata a proprie spese così da consentirne la completa fruizione anche da parte di chi si muove in carrozzina. Così rimodernata la struttura è presto diventata il punto di riferimento o, meglio, la “casa” di famiglie e ragazzi dell’associazione; la completa fruibilità degli ambienti interni permette lo svolgimento di incontri e laboratori in cui vengono creati piccoli oggetti, specialità alimentari, bomboniere su richiesta e non solo.

La sede di Fa.Ce. a Parma è inoltre arricchita dalla presenza di un ampio giardino con orto. Durante la bella stagione, le famiglie sono impegnate in numerose attività all’aria aperta tra cui figura anche la produzione del nocino: genitori e ragazzi lavorano fianco a fianco per la raccolta delle noci, la preparazione della ricetta, l’imbottigliamento e l’etichettatura. Foto di gruppo dell'associazione Fa.Ce.Un’altra attività che coinvolge in prima persona alcuni membri dell’associazione è l’apicoltura: alcuni genitori con esperienza si occupano della gestione delle arnie, mentre i ragazzi smielano, invasettano ed etichettano dell’ottimo miele biologico.

E che dire poi dei corsi di ballo che da ben 7 anni Fa.Ce. organizza per i suoi ragazzi? Attesi con trepidazione dai partecipanti e articolati in 20 lezioni all’anno, questi corsi offerti dall’associazione sono aperti a tutti e hanno l’obiettivo di “fare squadra”, divertire e dare ai ragazzi l’opportunità di conquistare il palco: lo scorso anno sono stati protagonisti di quattro applauditissime esibizioni a Parma!

Fa.Ce. è un’associazione che oggi conta un centinaio di associati fra soci ordinari (ragazzi e familiari) e soci sostenitori che collaborano allo svolgimento delle attività; i cinque membri del direttivo e tutti i soci attivi sono assicurati. Un impegno quotidiano estremamente attivo, propositivo e concreto, che dice no alle barriere della disabilità!

0 commenti

Devi essere loggato per postare un commento.

Lascia un commento