Vi raccontiamo le “parole” del Volontariato

In: Mondo volontariato

Del: 3 dicembre 2015

I nomi sono importanti, identificano ciò che sei, raccontano agli altri di te e fanno capire cosa riesci a trasmettere. Ecco perché l’analisi dei nomi rappresenta uno strumento estremamente utile per comprendere meglio le diverse realtà legate al mondo del volontariato, denominazioni che sintetizzano la vera essenza del lavoro svolto dalle diverse Organizzazioni.

In sintesi, una corretta analisi testuale riesce ad anticipare i risultati forniti da una lettura quantitativa, sicuramente più rigorosa ma molto meno affascinate.

L’ultimo report CSVNet ha esaminato tutte le denominazioni delle 44.182 OdV presenti sul territorio nazionale, evidenziando un panorama estremamente interessante ed individuando le 100 parole più ricorrenti.

Al primo posto c’è proprio il termine “associazione”, presente nel nome di 4 organizzazioni su 10. Inoltre, sono ben 4.230 le OdV che hanno all’interno della propria denominazione la qualifica fiscale “Onlus”, seguono le parole “volontari” e “volontariato”, rispettivamente con 3.237 e 2.414 casi, e “gruppo” con quasi 2.900 riferimenti. Ma anche “centro”, “sezione” , “circolo”, “club”, “lega”, “confraternita”, “coordinamento”, “unione” e “movimento” sono terminologie che giocano un ruolo rilevante.

Tutti questi dati mettono in risalto l’importanza che viene data all’idea del lavoro svolto insieme per un obiettivo comune, una forza lavoro che opera per fornire un supporto concreto.

Oltre a questo, ciò che emerge è la presenza massiccia di un riferimento territoriale all’interno della denominazione, una caratteristica che ne identifica chiaramente la zona di azione: in oltre 2.400 casi si tratta di un livello “comunale”, mentre in altre 1.400 la qualifica è “nazionale”. Solo 289 quelle ad ambito “regionale” e 531 “provinciale”.

OdV significa anche aiuto, promozione culturale, soccorso, solidarietà, supporto, accoglienza, tutela e difesa. E non a caso, tutti questi termini tornano frequentemente quando si parla di volontariato, ne rappresentano la parte più profonda che muove le fila di tutto il fondamentale lavoro che ogni giorno viene svolto. Ecco perché saper leggere le parole ed i nomi nel modo giusto aiuta a capire ed assorbire quanto queste strutture abbiano non solo da comunicare, ma anche da dare agli altri.

0 commenti

Devi essere loggato per postare un commento.

Lascia un commento